JEMORE

Intervista al nuovo board

intervista-nuovo-board-jemore

Domande

In JEMORE,

sappiamo quanto sia importante il lato umano e personale del lavoro.

Incoraggiamo e promuoviamo lo sviluppo delle relazioni attraverso quello che sappiamo fare meglio:

raccontarci.

Ecco perché abbiamo deciso di porre alcune domande al nostro nuovo board.

Il miglior modo per abbattere le distanze:  conosciamoci meglio !

Ufficialmente concluso il mandato del Board uscente formato da Mattia Faraci, Andrea Azzella e Stefano Lugli, il testimone passa al Nuovo Board 2022/2023 composto da Annalisa Palmisano, Ezio D’Amico, Damiano Mongiello e Giulio Roberto Tepedino.

Annalisa Palmisano, classe 1999, è la nuova Presidente, delegata dell’Area HR si occupa anche di Public Affairs. Studentessa di Giurisprudenza, è entrata a far parte di JEMORE esattamente un anno fa e ha fatto parte del team legale.

Ezio D’Amico, classe 2001, è il nuovo International Manager e delegato dell’Area IT. Studia Ingegneria informatica, è entrato a far parte di JEMORE un anno fa, prima come consulente IT e successivamente come responsabile dell’Area IT.

Damiano Mongiello, classe 2001,  nuovo Segretario Generale, oltre che delegato delle Aree R&D, Marketing e del programma Alumni. Studente di Economia e Finanza, è entrato a far parte di JEMORE nel 2021 come Consulente nell’Area Commerciale, diventandone poi il Vice Responsabile.

Giulio Roberto Tepedino, classe 2001, è il nuovo Tesoriere e delegato dell’Area Commerciale. Studia Economia e Finanza, ed è entrato a far parte di JEMORE un anno fa. Durante il suo primo anno all’interno dell’Associazione ha ricoperto il ruolo di Consulente Commerciale.

Vediamoli nel dettaglio, come si raccontano attraverso le nostre domande !

Da grandi poteri derivano grandi responsabilità, frase fatta o più che mai attuale?  

Annalisa: Frase fatta ma più che mai attuale, la verità è sempre nel mezzo. Personalmente sento molta responsabilità nel riuscire a trasmettere ad ogni socio l’entusiasmo per ciò che facciamo e le opportunità che ognuno di loro può cogliere dalla realtà di cui facciamo parte. 

Ezio: Personalmente vedo positivamente l’essere responsabile di qualcosa, significa che qualcuno ha riposto fiducia in me e io mi impegnerò al massimo per non deluderlo, mettendo in campo le mie capacità e la mia voglia di fare. Lavorerò soprattutto per fare in modo che sempre più persone colgano il valore delle Junior Enterprise, una palestra incredibile per allenare le proprie skill e svilupparne di nuove. 

Giulio: Mai stata più attuale! Uno degli obiettivi di JEMORE è colmare il gap che spesso gli studenti universitari hanno nei confronti del mondo del lavoro; la realtà che ci circonda evolve ad una velocità strabiliante e questo nostra responsabilità diventa sempre più grande… ma anche sempre più avvincente 

Damiano: Probabilmente attuale e penso che la nostra più grande responsabilità sia quella di guidare JEMORE e gli associati ad ottenere tante soddisfazioni e a vivere questa esperienza nel miglior modo possibile, anche per ripagare la fiducia che ci è stata data. 

Ultimo libro letto e citazione che vi fa da guida?  

Annalisa: Il Manuale di Procedura penale vale come ultimo libro letto? Per la citazione, “step by step”, sembra banale ma per me è fondamentale non guardare unicamente all’obiettivo finale, ma ad ogni piccolo passo da fare per arrivarci.  

Ezio: “I numeri non mentono (Vaclav Smil)” , “Think different” 

Giulio: “Our minds sometimes see what our hearts wish were true” Angels & Demons – Dan Brown 

Damiano: “Racconti dell’età del jazz (F.S. Fitzgerald)” , “Nessun muro è troppo alto” 

Un obiettivo a breve termine che sperate di raggiungere?  

Annalisa: Rafforzare il senso di appartenenza di ogni associato, in modo tale da far sentire ognuno partecipe e protagonista di JEMORE. 

Ezio: Far comprendere realmente agli associati la bellezza del network delle Junior Enterprise. 

Giulio: Vorrei che ogni jemorino, fin da appena entrato si sentisse orgoglioso ed onorato di far parte di questa grande famiglia. 

Damiano: Creare un forte legame all’interno dell’associazione e che ognuno sia consapevole delle grandi potenzialità che può avere questa esperienza. 

Team acqua liscia o frizzante (risposta secca)? 

Annalisa: Liscia, quella frizzante non disseta 

Ezio: Liscia, se voglio le bollicine bevo Coca-Cola 

Giulio: Liscia  

Damiano: Frizzante 

Un obiettivo a lungo termine che sperate di raggiungere?  

Annalisa: sssh, se lo diciamo poi porta sfortuna. Posso dire però che è stato chiaro per tutti fin dall’inizio.  

Ezio: risposta_alla_domanda: Operation not permitted  [ una risposta da futuro ingegnere IT ]

Giulio: Fin dai primi discorsi per la nostra candidatura era già tutto chiaro… ci vediamo a fine mandato 

Damiano: Non lo rivelo, gli associati lo sanno già. 

Siete dispersi su un’isoletta, in lontananza vedete della terraferma, che si fa? 

Damiano: Inizio a nuotare 

Annalisa: Accendo il fuoco e attendo che qualcuno noti il fumo. Se iniziassi a nuotare come Damiano dopo 2 minuti darei forfait. 

Ezio: Faccio in modo di essere visibile dai soccorsi per avere qualche chance di salvarmi. Dami tu invece vuoi essere mangiato dagli squali? 

Giulio: Mi godo gli ultimi momenti di relax. 

A volte gli studenti pensano di non avere mai abbastanza tempo da dedicare ad attività extra, come fate a conciliare il tutto?  

Annalisa: Io penso che più impegni hai e più sviluppi la capacità di organizzazione e di conseguenza riesci a valorizzare ogni minuto della giornata. Azzardo a dire che svagarsi con attività extra permette di essere più performanti nello studio.  

Ezio: Molte delle cose che impari in JEMORE ti sono utili anche all’università. Bisogna sfruttare meglio le giornate e ridurre le perdite di tempo, se le ore di luce non bastano ci sono anche quelle di buio tanto care a noi informatici. 

Giulio: Sono dell’idea che maggiore è il numero di impegni presi e maggiore è la responsabilità che da essi deriva, più veloce sarà la crescita che vogliamo ottenere. Si può fare tutto quello che si vuole in una giornata, basta avere voglia di farlo. 

Damiano: Avere tanti impegni aiuta ad imparare ad organizzarsi ed evitare di sprecare il tempo a disposizione. Inoltre, se si è spinti da forti motivazioni e si è accompagnati da persone uniche, che ti sostengono in ogni momento, è tutto più semplice. 

Un consiglio per chi ha ancora un po’ di paura ad abbracciare il mondo delle junior entreprises?  

Annalisa: Credo che tutti siano un po’ impauriti o dubitanti all’inizio, ma una volta che riesci cogliere il valore aggiunto di una Junior Enterprise ciò che resta è solo la voglia di mettersi in gioco. Siamo tutti giovanissimi, è il nostro momento per rischiare e, perché no, anche sbagliare. Solo così è possibile imparare a far meglio e arrivare pronti e consapevoli nel mondo del lavoro.  

Ezio: Paura di cosa? Siamo un gruppo di universitari che giocano a fare i grandi. Passiamo del buon tempo insieme, lavoriamo e ci prendiamo delle belle soddisfazioni. Se hai voglia di fare e di entrare nel nostro network, sei nel posto giusto. 

Giulio: Uscire dalla propria zona di comfort è il primo passo per migliorare sé stessi, sfrutta questa occasione e l’unica paura che avrai sarà quella di non averci pensato prima. 

Damiano: nessuna paura! Provare questo genere di esperienza può solo aiutare a crescere dal punto di vista personale e professionale e soprattutto permette di conoscere ragazzi e ragazze stimolanti con cui poter condividere idee e progetti.   

Il titolo perfetto per la colonna sonora del vostro mandato?  

Annalisa: Try – Delta 5  

Ezio: Hall of fame – The Script 

Giulio: That’s Life – Frank Sinatra  

Damiano: Whatever it takes (Imagine Dragons) 

 

Psss ! Abbiamo aggiunto un piccolo extra!  

Ogni board ha bisogno di una squadra forte, coesa ed affiatata.

I nuovi responsabili delle nostre cinque aree iniziano il loro mandato all’insegna delle loro citazioni preferite:  

Area IT   

  • Stefano Lugli: [] e sulla mesta landa in purissimo azzurro veggo dall’alto fiammeggiar le stelle, cui di lontan fa specchio il mare, e tutto di scintille in giro per lo vòto seren brillare il mondo (Leopardi). 
  • Simone Guido: Twenty years from now you will be more disappointed by the things that you didn’t do than by the ones you did do. So throw off the bowlines. Sail away from the safe harbor. Catch the trade winds in your sails. Explore. Dream. Discover. (Mark Twain) 

Area Commerciale 

  • Cristian Bignardi: “Costruisci i tuoi sogni, o qualcun altro ti assumerà per costruire i suoi” (Steve Jobs) 
  • Laura Marcuccio: “la maggior parte della gente pensa che “vendere” sia lo stesso che “parlare”. Ma i venditori più efficaci sanno che l’ascolto è la parte più importante del loro lavoro” (Roy Bartell) 

Area Marketing & Comunicazione 

  • Nicolae Perjunca: “ Il marketing si impara in un giorno. Sfortunatamente ci vuole tutta la vita per dominarlo (Philip Kotler) “ 
  • Alessandro Aragona:” per essere bravi nel marketing bisogna essere un pochino pazzi” (Jim Metcalf) 

Area HR 

  • Giada Rossi: Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme è un successo (Henry Ford) 

Area R&D 

  • Sharon Del Re: “Damiano è in carica in questo momento, chiedete a lui”  [ best quote ever aggiungiamo ! ]

Contributors : Eleonora Fabio 

Preferenze privacy
Quando visiti il ​​nostro sito Web, è possibile che vengano memorizzate informazioni tramite il browser da servizi specifici, solitamente sotto forma di cookie. Qui puoi modificare le tue preferenze sulla privacy. Tieni presente che il blocco di alcuni tipi di cookie potrebbe influire sulla tua esperienza sul nostro sito Web e sui servizi che offriamo.